In evidenza

La proposta prevede l’istituzione di un reddito di maternità pari a 12mila euro annui per le donne madri cittadine italiane e lavoratrici nell’esclusivo ambito familiare

Una proposta di legge di iniziativa popolare sul reddito di maternità. Il testo è stato depositato presso la Corte di Cassazione ai sensi dell’articolo 71 della Costituzione. Della delegazione che ha presentato il provvedimento ha fatto parte anche il Popolo della Famiglia. Il Movimento sarà coinvolto nella raccolta delle 50mila firme necessarie per la presentazione del testo alle Camere. Il tutto entro i 180 giorni decorrenti dalla Pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

La proposta prevede l’istituzione dell’indennità di maternità per madri lavoratrici nell’esclusivo ambito familiare. Tale indennità, pari a dodicimila euro annui netti privi di carichi fiscali o previdenziali, è riconosciuta alle donne madri cittadine italiane. La richiesta va avanzata presso il Comune di residenza entro quindici giorni dalla nascita di un figlio (o figlia) o dalla sentenza di adozione che riconosce una maternità adottiva.

Per ogni bambino può essere prodotta unicamente una domanda da una sola donna.

La mamma ottiene l’indennità di maternità per i primi otto anni di vita del figlio in assenza di altri redditi o impegni lavorativi, scegliendo dunque di dedicarsi in via esclusiva alla condizione di madre lavoratrice nell’ambito familiare con particolare riguardo alla cura dei figli.

In caso di assunzione di impegni lavorativi esterni alla cura familiare, l’indennità di maternità si interrompe. La durata di otto anni riparte alla nascita di ogni figlio. Alla nascita del quarto figlio l’indennità riconosciuta alla madre diventa vitalizia. L’indennità è vitalizia anche in caso di nascita di figlio disabile, sempre in occorrenza del pre-requisito della attività esclusiva di lavoro di cura familiare.

Per quanto riguarda le coperture finanziarie l’indennità di maternità prevede lo stanziamento di 3 miliardi annui dal fondo della presidenza del Consiglio per la famiglia e le pari opportunità nel triennio 2020-2022.

 

Leggi anche:

MATERNITÀ, CRESCE IL NUMERO DELLE PRIMIPARE ULTRAQUARANTENNI

novembre 11, 2018

Reddito di maternità, presentata proposta di legge di iniziativa popolare

La proposta prevede l’istituzione di un reddito di maternità pari a 12mila euro annui per le donne madri cittadine italiane e lavoratrici nell’esclusivo ambito familiare Una […]
novembre 11, 2018

Falsità ideologica e peculato, tre medici denunciati a Napoli

I camici bianchi sono accusati di peculato e falsità ideologica per aver effettuato un intervento privato richiedendo alla Asl l’indennità di rapporto di lavoro esclusivo Il […]
novembre 11, 2018

Pagamento dello stipendio, busta paga firmata non prova la retribuzione

Non sussiste una presunzione assoluta di corrispondenza tra quanto risulta dalla busta paga e il pagamento effettivamente percepito dal lavoratore Aveva intimato al datore di lavoro […]
novembre 11, 2018

Lesione del menisco, la soluzione chirurgica è sempre necessaria?

Per prevenire la lesione del menisco occorre irrobustire i muscoli della coscia. E se il menisco è già rotto… ci si deve operare per forza? Nell’era […]