In evidenza

Un grande gesto e un esempio di buona sanità a 360 gradi


Il Comune di Bologna ha disposto l’erogazione, a carico del servizio sanitario regionale, di un contributo di 400 euro per l’acquisto di parrucche, da parte delle pazienti con possibile alopecia a seguito a trattamenti chemioterapici o radioterapici


Il contributo – si legge sul giornale la Repubblica
dell’Emilia Romagna- verrà assegnato una tantum, indipendentemente dall’Isee e
dalla situazione reddituale della paziente, perchè, come ha affermato l’assessore
regionale alla sanità Sergio Venturi, “il cancro colpisce
indipendentemente dal reddito” e “la qualità delle cure, a cui noi
teniamo moltissimo, passa anche attraverso misure come queste”


Lo stesso giornale indica le modalità per poter
beneficiare di tale “aiuto”: le pazienti dovranno allegare il certificato che
attesti la patologia neoplastica e l’alopecia sviluppata in seguito ai
trattamenti, insieme alla ricevuta di pagamento per l’acquisto della parrucca.


Si precisa che le parrucche potranno essere acquistate
ovunque, purchè si conservi la fattura o lo scontrino col codice fiscale del
paziente che presenta la domanda e che questa, chiaramente sia posteriore alla
data di entrata in vigore del provvedimento della giunta comunale.


Le richieste di contributo dovranno essere indirizzate
all’azienda Usl di residenza, usando la modulistica e gli eventuali indirizzi
operativi che verranno definiti dalla direzione generale cura della persona,
salute e welfare dell’assessorato regionale alle politiche per la salute, entro
un mese a partire dalla data di entrata in vigore del provvedimento.


Si tratta – secondo quanto si apprende dal quotidiano  – del più alto contributo nel suo genere mai
concesso in Italia, considerato che soltanto nell’ultimo anno, le donne
residenti nella regione Emilia Romagna, malate di tumore con possibile alopecia
da chemio o radioterapia, sono circa 3.400.



Leggi anche:


L’IEO COMPIE 25 ANNI: LA TESTIMONIANZA DELLA PRIMA DONNA OPERATA DI TUMORE

agosto 2, 2019

Malate oncologiche: la regione Emilia Romagna regala loro la parrucca

Un grande gesto e un esempio di buona sanità a 360 gradi Il Comune di Bologna ha disposto l’erogazione, a carico del servizio sanitario regionale, di […]
agosto 1, 2019

Autismo infantile: troppi estrogeni potrebbero esserne la causa

L’Università di Cambridge ha lanciato un nuovo allarme: troppi estrogeni (ormoni femminili) nell’utero potrebbero essere la causa dell’autismo infantile Lo studio è stato condotto dal direttore […]
agosto 1, 2019

Guardia medica rifiuta la visita domiciliare: condannato a quattro mesi di carcere

Il sanitario ha il compito di valutare, sulla base della sintomatologia riferitagli, la necessità o meno di visitare il paziente Tale discrezionalità, tuttavia, può essere sindacata […]
agosto 1, 2019

Incontro Fimmg-Regioni, poste basi per riprendere trattativa su ACN

Il Commento del rappresentante dei mmg Silvestro Scotti all’incontro Fimmg-Regioni svoltosi a Bologna Soddisfazione circa la possibilità di trovare vie d’uscita allo stato di agitazione dichiarato […]