In evidenza

E’ un dilemma non da poco. Le compagnie, fino ad oggi, hanno risparmiato alla grande ma non tutti i colleghi sono convinti che la legge 27 del 2012 nulla abbia cambiato nel panorama medico legale e giuridico.

Vi voglio presentare una ctu chiarificatrice in pratica di quanto affermato e nella quale il ctu, chiamato a tentare una conciliazione in una ATP, ha da un lato spiegato il perché nulla è cambiato (in quanto è solo il rigore scientifico medico legale il puro arbitro) dopo la suddetta legge, mentre dall’altro ha rivalutato, motivandola, la propria valutazione espressa in bozza (dall’1% è passato al 2%).

Si pubblica questa CTU per un sol motivo: dare un assist persino ai non medici legati che nel ruolo di consulenti tecnici di ufficio abbiano gli argomenti per controbattere le sterili note che i fiduciari di compagnia sono “costretti” a fare.

A quest’ultimi è dovuta la nostra solidarietà (fiduciari di compagnia).

Si ritiene che necessitava fare chiarezza su tale argomento fornendo una spiegazione medico legale e giuridica del perché un danno al rachide cervicale va risarcito anche se si tratta di una sola distorsione dei mm. paravertebrali specie quando sono documentati tutti i criteri del nesso di causalità materiale.

Infine necessita un proclama: “basta con le solite note critiche formali scritte per – necessità – e convenienza: siamo Medici Legali e questo ruolo e mestiere va tutelato anche presso i soggetti forti quali sono le compagnie che in Italia sembrano comandare anche in Parlamento”.

Non è una semplice ribellione, ma una evidente constatazione che vanno scelti i medici legali di qualità per far pagare il giusto alle compagnie e non necessitano i dictat legislativi contorti col sapore di incostituzionalità a fare giustizia.

Dr. Carmelo Galipò
(Pres. Accademia della Medicina Legale)

CTU CON NOTE CRITICHE E CONTRODEDUZIONI

Hai avuto un problema analogo e ti serve una consulenza gratuita? scrivi a redazione@responsabilecivile.it o telefona al numero 0645654106

luglio 7, 2017

Colpo di frusta: si paga o no?

E’ un dilemma non da poco. Le compagnie, fino ad oggi, hanno risparmiato alla grande ma non tutti i colleghi sono convinti che la legge 27 […]
luglio 7, 2017

Salta il riposo settimanale. La Asl costretta al risarcimento dei sanitari

Il mancato rispetto delle direttive europee sui riposi tra un turno e l’altro comincia a costare caro se salta il riposo settimanale. Superati i 5 milioni […]
luglio 7, 2017

Rapporto FederAnziani sulle criticità del SSN. Medici e pazienti fanno squadra

Ascoltato dai medici il parere tecnico dei propri pazienti presentato dal rapporto FederAnziani sulle criticità del SSN, passando al setaccio ogni specializzazione medica Lo scorso 5 […]
luglio 7, 2017

Bambini con autismo e estate, i consigli dell’esperta

Bambini con autismo e estate possono non andare molto d’accordo, cosa fare? Ecco i consigli dell’esperta, la dott.ssa Rosaria Ferrara L’estate può rappresentare un periodo piuttosto […]