In evidenza

Per il caso di una paziente caduta dalla barella del pronto soccorso delle Molinette, in primo grado era stata condannata un’infermiera, ora prosciolta

La Corte dei Conti del Piemonte, con la sentenza numero 677/2017 della Sezione Terza d’Appello, annulla una condanna inflitta ad una infermiera per un incidente avvenuto alle Molinette di Torino.

Nel 2013, infatti, con sentenza numero 127/2013, l’infermiera era stata condannata a risarcire la Regione Piemonte i danni liquidati ad una paziente caduta dalla barella del Pronto Soccorso.

La sanitaria ha impugnato la sentenza dinanzi alle Sezioni centrali d’Appello della Corte, con sede a Roma, spalleggiata dal Collegio Ipasvi di Torino. “Quella condanna era apparsa sin da subito come ingiusta e ingiustificata, quasi un attacco all’intera categoria (uno dei tanti), destinato a ledere l’immagine della professione, già di per sé ‘condannata’ da tempo immemore a operare in condizioni lavorative complesse e a dir poco assurde”, comunica in una nota Ipasvi Torino.

Con la sentenza della Corte dei Conti l’infermiera è stata prosciolta da ogni addebito e l’Azienda ospedaliera Molinette è stata condannata a pagare le spese legali del doppio grado di giudizio.

“Si tratta di una sentenza importante”, ha dichiarato Barbara Chiapusso, vicepresidente del Collegio IPASVI di Torino, “che spezza il binomio sinistro ospedaliero-responsabilità degli esercenti le professioni sanitarie e che responsabilizza le Aziende sanitarie/ospedaliere che, a fronte del regime cosiddetto autoassicurativo in sanità, non possono difendersi male nei processi civili, pagare i danni e poi denunciare alla Corte dei conti gli Infermieri di turno, così da ottenere che questi ultimi rimborsino quegli stessi danni”.

Lavori in una struttura ospedaliera e sei stato accusato ingiustamente? Scrivi per una consulenza gratuita a redazione@responsabilecivile.it o telefona al numero 0645654106

Leggi anche:

MANCATO RICOVERO AL SAN CAMILLO, ANZIANA E’ IN BARELLA DA GIORNI

TROPPI RICOVERI IN BARELLA, INFERMIERI CHIEDONO INTERVENTO DEI NAS

CADE DALLA BARELLA E MUORE, LA PROCURA INDAGA

luglio 3, 2017

Paziente caduta dalla barella, prosciolta infermiera in Appello

Per il caso di una paziente caduta dalla barella del pronto soccorso delle Molinette, in primo grado era stata condannata un’infermiera, ora prosciolta La Corte dei […]
luglio 3, 2017

Fumo passivo, Regione Sicilia condannata a maxi-risarcimento

Un milione e mezzo di euro di risarcimento alla famiglia di una donna morta per fumo passivo inalato per anni in ufficio Quella di Lucia Lo […]
luglio 3, 2017

Tacito rinnovo sulle polizze, approvazione sempre più vicina

Approvato il ddl alla Camera per il tacito rinnovo sulle polizze, attesa ora la quarta lettura in Senato per la fiducia Il provvedimento sul tacito rinnovo […]
luglio 3, 2017

Violenza privata: ovvero sul valore individuale del tempo

La sentenza della Cassazione di condanna per il reato di violenza privata per l’automobilista che aveva parcheggiato occupando un parcheggio riservato a persona con disabilità ha avuto […]