In evidenza

La donna è morta dopo una odissea tra due ospedali il 29 ottobre scorso. Tra gli indagati ci sono medici chirurghi, ecografisti e specialisti in otorinolaringiatria

Sono sedici i medici indagati per il decesso di una donna di 74 anni, R.G., morta dopo una odissea tra due ospedali il 29 ottobre scorso.

Il decesso è avvenuto nel reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale Papardo, a Messina.

Al nosocomio siciliano la donna era stata trasferita dall’ospedale Piemonte a causa di problemi cardiologici.

Sulla sua morte la Procura di Messina ha aperto una inchiesta, affidata al sostituto procuratore Alessia Giorgianni.

Per tutti e sedici i medici iscritto nel registro degli indagati l’ipotesi di reato è omicidio colposo.

Tra gli indagati dell’inchiesta aperta per far luce sulla morte della donna, vi sono i primari dei reparti dove è stata ricoverata, medici chirurghi, ecografisti e specialisti in otorinolaringiatria.

Contestualmente, il magistrato ha affidato ai medici legali il compito di eseguire l’autopsia sul corpo della donna, morta dopo una odissea tra due ospedali.

Occorerranno 60 giorni per leggere le loro conclusioni ma tra qualche settimana potranno fornire già una prima indicazione al magistrato.

La vicenda

La donna aveva subito un intervento e soffriva di particolari patologie cardiache. Lo scorso 23 ottobre – accusando un malore – si era presentata all’ospedale Piemonte da dove era stata trasferita al presidio di Sperone per via delle complicanze cardiache. Qui è stata dichiarata morta sei giorni dopo.

La famiglia della 74enne parla di infezione batterica contratta dopo l’operazione e ha chiesto così ai magistrati di far luce sull’accaduto.

Intanto, i carabinieri hanno sequestrato la cartella clinica e il resto della documentazione medica ed avvisato i medici in vista della perizia medico legale.

Tutti i 16 indagati sono assistiti dagli avvocati Salvatore Papa, Antonio Aliano, Giuseppina Gemellaro, Silvana Rullo, Vittorio Affannato, Domenico Giardina, Gianluca Currò, FRancesco Cucinotta, Carmelo Mobilia.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a redazione@responsabilecivile.it o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

 

Leggi anche:

MORTA PER UNA SEPSI URINARIA: 1 MILIONE DI EURO ALLA FAMIGLIA

novembre 6, 2018

Morta dopo una odissea tra due ospedali: 16 medici indagati

La donna è morta dopo una odissea tra due ospedali il 29 ottobre scorso. Tra gli indagati ci sono medici chirurghi, ecografisti e specialisti in otorinolaringiatria […]
novembre 6, 2018

Fotocopia del permesso di parcheggio per disabili: legittimo usarla?

La Corte di Cassazione fa il punto in merito all’utilizzo della fotocopia del permesso di parcheggio per i posti posti riservati ai disabili La Corte di […]
novembre 6, 2018

Recesso per giusta causa: è legittimo nel periodo di preavviso?

La Corte Cassazione fa chiarezza sul recesso per giusta causa e sulla sua presunta legittimità nel corso del periodo di preavviso Con la ordinanza n. 20821/2018, […]
novembre 6, 2018

Abbreviazioni equivoche: il parere del Consiglio Nazionale Forense

Per il Consiglio Nazionale Forense l’uso di abbreviazioni equivoche è vietato all’abogado: potrebbero creare fraintendimenti sul titolo professionale posseduto Il Consiglio Nazionale Forense nella sentenza n. […]