Cancerogeni chimici: un serio approfondimento

Guarda gli ultimi Webinar e Tavole Rotonde

In questo capitolo, oltre ai cancerogeni chimici, vengono anche trattati molti problemi riguardanti l’inquinamento dell’ambiente agricolo da parte di fitofarmaci

Finalmente chiudiamo la rassegna degli agenti chimici cancerogeni, con esclusione dei farmaci e dei chemioterapici antiblastici per la cui trattazione si rinvia ad un successivo e sintetico Capitolo. Certamente non si tratta di esposizione esaustiva per il poco spazio dedicato necessariamente in un e – book di un quotidiano on line, che ringrazio di ospitarmi nella diffusione di argomenti che mi stanno molto a cuore e di cui spero di avere interessato i lettori, soprattutto stimolandone l’attenzione per ulteriori approfondimenti. Ritengo comunque di avere fornito parecchi suggerimenti per meglio perfezionare la conoscenza della materia per coloro che sono interessati. Volutamente, specialmente riguardo ad alcune voci (diossine, bifenili policlorurati, altri agenti), ho dedicato più paragrafi per alcune medesime sostanze, sia per fornire un’idea di come evolve nel tempo la criteriologia di valutazione delle Istituzioni che si occupano di classificare i cancerogeni sia per porre l’enfasi su alcuni agenti tossici. Molti di questi agenti si ritrovano nel mondo dell’agricoltura. Se ancora una volta, senza timore di apparire pedante, insisto sulla sottodenuncia e sottostima dei tumori professionali, devo qui aggiungere che questa gravissima criticità del mondo della Prevenzione e dell’Assicurazione Sociale attanaglia l’ambito dell’Agricoltura in modo particolare. Avrò modo nei Capitoli successivi di tentare di fornire anche una spiegazione in chiave sociologica del fenomeno della sottodenuncia e della sottostima delle neoplasie professionali in generale ed in particolare in Agricoltura. Il Decimo Capitolo si distribuisce in due parti. Nella prima parte si conclude la rassegna dei cancerogeni chimici. E nella seconda parte, che contiene l’Appendice, vengono presentati molti problemi riguardanti l’inquinamento dell’ambiente agricolo da parte di fitofarmaci o da parte, addirittura, di settori della criminalità organizzata, come accade in Campania nella Terra dei fuochi, per l’inquinamento da diossine. Sempre nell’Appendice ho riportato un mio articolo di circa quindici anni fa, completamente aggiornato, avente per titolo “I tumori professionali in agricoltura”. Si fanno alcune semplici considerazioni. I Tumori Professionali, nell’ambito più vasto delle malattie professionali, costituiscono un problema serio, prima di ordine sanitario, scientifico, sociale che poi può trovare una soluzione accettabile, sia da un punto di vista preventivo che assicurativo, solo se la classe politica, come fecero i componenti della Relazione della Commissione Smuraglia nel 1997, prenda di petto il problema, mettendo all’angolo coloro che intendono minimizzarlo. Tumori Professionali che, oltretutto, costituiscono una tragica sperimentazione sul campo dei tumori ambientali e di alimentazione e stile di vita non corretti. Tutti i prodotti che usiamo nascono nell’industria e prima di noi vi sono esposti i lavoratori di tale o tal altra azienda. Ciò che mangiamo nasce in agricoltura dove i fitofarmaci inquinano tutto: anche gli organismi dei coltivatori e degli allevatori. La carne inquinata, i derivati del latte inquinato, i prodotti della terra (verdura, frutta) arrivano nei nostri piatti sulle nostre tavole. I molteplici fenomeni , che danneggiano in primo luogo i lavoratori dell’industria e i coltivatori dei campi, poi, arrecano danno alla salute di tutta la collettività la cui alimentazione ha sempre provenienza dalla campagna. Vi prometto, a seguito di questo necessariamente ancora corposo Capitolo, per il futuro, trattazioni più brevi e schematiche, ringraziandovi per l’attenzione concessa fin qui, sperando che comprendiate che occorreva fornire basi di conoscenza solide per comprendere quanto sarà più succintamente trattato nel prosieguo dell’opera.

Dr. Carmelo Marmo

Specialista medico legale

SCARICA QUI IL DECIMO CAPITOLO Leggi anche: PRIMO CAPITOLO SECONDO CAPITOLO TERZO CAPITOLO  QUARTO CAPITOLO (prima parte) QUARTO CAPITOLO (seconda parte) QUINTO CAPITOLO SESTO CAPITOLO SETTIMO CAPITOLO OTTAVO CAPITOLO

Iscriviti alla newsletter dell'Accademia!

Resta sempre aggiornato sulle iniziative, gli eventi e gli speciali dell'Accademia della medicina legale. Ti aspettiamo!

Potrebbe interessarti anche:

Tecnopatie e ambito previdenziale Inail: progetto di articoli

(a cura dell’Avvocato Emanuela Foligno, dei Medici Legali Dott. Carmelo Galipò e Carmelo Marmo) Proporremo successivamente ai lettori, non solo agli addetti ai lavori, una...

Parcella medico legale del ctp: vige il tariffario SISMLA se non concordata

Parcella medico legale del ctp: ci si deve rifare al tariffario SISMLA se non è stata concordata per iscritto prima dell'assistenza con l'avallo del...

Ruolo dei professionisti medici legali: SISMLA chiede incontro al Ministero

Pedoja: dalle recenti proposte del dicastero della Salute di aggiornamento del dm 2/4/2015 n. 70 emerge l’assenza di riconoscimento del ruolo dei professionisti medici...