Compensi irrisori, SISMLA chiede equo compenso per medici legali

Guarda gli ultimi Webinar e Tavole Rotonde

La denuncia del Sindacato italiano specialisti di medicina legale e delle assicurazioni: compensi irrisori e clausole vessatorie unilaterali da parte delle compagnie assicurative; Enrico Pedoja: professionisti sviliti, a rischio la qualità delle perizie. La richiesta è di portare il compenso minimo ad almeno 110 euro per prestazione

Sono circa 2000 i medici legali assoggettati a contratti di prestazione d’opera che prevedono compensi irrisori, con clausole vessatorie unilaterali. Tra queste, ad esempio, l’obbligo di non espletare consulenze o perizie contro la compagnia mandataria, senza che sia invece previsto nessun obbligo da parte della medesima di garantire un numero di incarichi minimi mensili. Gli onorari di molte compagnie assicurative, peraltro, non supererebbero i 50- 60 euro.

E’ la denuncia del  Sismla (Sindacato italiano specialisti di medicina legale e delle assicurazioni) che chiede per i propri associati siano inclusi tra i professionisti che possono esigere l’equo compenso, strumento previsto dalla Legge di Bilancio 2018, di cui però si attendono ancora i decreti attuativi.

In particolare, secondo l’Associazione, il costo minimo per prestazione dovrebbe essere di almeno 110 euro.

“Siamo medici a partita Iva e come tali dovremmo essere equiparati ai professionisti che hanno diritto ad un equo compenso” – dichiara il segretario del Sindacato, Enrico Pedoja, che evidenzia come l’attuale situazione, oltre ad essere svilente per la categoria, rischi di andare a incidere negativamente anche sulla qualità delle perizie, a scapito dei cittadini.

Per Sismla, quindi, urge ridare valore alla figura professionale, proprio a partire dall’inserimento dei medici legali tra le categorie professionali che possono ottenere l’Equo compenso. Le richieste del Sindacato sono state sottoposte al Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando.

Leggi anche:

Danno morale da perdita parentale: l’attore quali prove deve allegare?

Contraddittorio col CTU, finalmente uno assolutamente professionale!

696bis o mediazione, cosa conviene fare? Ecco alcune nostre proposte

Iscriviti alla newsletter dell'Accademia!

Resta sempre aggiornato sulle iniziative, gli eventi e gli speciali dell'Accademia della medicina legale. Ti aspettiamo!

Potrebbe interessarti anche:

XVI Tavola Rotonda al 15 settembre: come redigere una consulenza tecnica di ufficio

XVI Tavola Rotonda del 15 settembre: come si redige una ctu o una ctp. Un incontro medico giuridico che metterà i puntini al posto...

Compensi irrisori, SISMLA chiede equo compenso per medici legali

La denuncia del Sindacato italiano specialisti di medicina legale e delle assicurazioni: compensi irrisori e clausole vessatorie unilaterali da parte delle compagnie assicurative; Enrico...

Responsabilità dell’infermiere: XIII tavola rotonda medico legale e giuridica

La responsabilità dell'infermiere: XIII tavola rotonda medico legale e giuridica dell'Accademia della Medicina Legale. Relatori: Cons. della Corte di Cass. dott. Paolo di Marzio;...