Un giudice severo può accorciare i tempi della giustizia?

Guarda gli ultimi Webinar e Tavole Rotonde

Sarebbe da considerarsi come un Giudice severo chi impone regole precise ai propri CTU? O sarebbe meglio considerarlo un Giudice serio?

Vi mostriamo uno stralcio di ordinanza di un Giudice di Tivoli, un clone del quale desidererei ci fosse in ogni tribunale di Italia:

“Il Giudice avvisa i consulenti che il mancato deposito della relazione nel termine indicato, senza alcuna richiesta di proroga, congruamente motivata ed autorizzata, comporterà l’invio degli atti al Presidente del Tribunale, al Procuratore della Repubblica in sede ed al Presidente dell’Ordine Professionale di appartenenza (cfr. art. 19 disp. att. c.p.c.) e determinerà la decurtazione dell’onorario spettante; avvisa, altresì, i consulenti che saranno liquidate solo le spese sostenute che siano corredate da idonea documentazione”.

Bene, tralasciando ogni commento sulla qualità dei quesiti (sui quali si tornerà prossimamente), reputa lo scrivente che i giudici debbano essere seri come questo giudice.

Se poi consideriamo che in un 696bis il ctu ha fissato le operazioni peritali a 90 giorni dalla data di giuramento, immaginate voi cosa ci sarebbe da dire al giudice che permette queste vere negligenze ai propri ausiliari.

Fin da piccolo i miei genitori mi dicevano spesso “prima di sposarti vedi bene di che pasta sono i genitori della tua ragazza”, sai, potresti vedere in lei loro quando sarà più grande!

Un Giudice severo?

Magari lo incontraste spesso nei tribunali, sarebbe il bene della Giustizia e anche per l’albo dei ctu.

Mi ricordo che quando il Giudice Rossetti era alla 13ma sezione del Tribunale di Roma, se un ctu arrivava 15 minuti in ritardo al giuramento gli decurtava 1/4 del compenso.

Ma quale sanzione sarebbe da attribuire ad un ctu quando la sua consulenza è malfatta e fa perdere tempo a tutte le parti del giudizio?

La cancellazione dall’albo alla terza sanzione! Ecco allora rimarrebbero iscritti all’albo solamente consulenti seri, capaci e terzi.

Un giudice troppo severo? No, solo la manna dal cielo!

Carmelo dr. Galipò

(Pres. Accademia della Medicina Legale)

Leggi anche:

Tentativo di conciliazione: esistono davvero consulenti tecnici adeguati?

Iscriviti alla newsletter dell'Accademia!

Resta sempre aggiornato sulle iniziative, gli eventi e gli speciali dell'Accademia della medicina legale. Ti aspettiamo!

Potrebbe interessarti anche:

Tecnopatie e ambito previdenziale Inail: progetto di articoli

(a cura dell’Avvocato Emanuela Foligno, dei Medici Legali Dott. Carmelo Galipò e Carmelo Marmo) Proporremo successivamente ai lettori, non solo agli addetti ai lavori, una...

Parcella medico legale del ctp: vige il tariffario SISMLA se non concordata

Parcella medico legale del ctp: ci si deve rifare al tariffario SISMLA se non è stata concordata per iscritto prima dell'assistenza con l'avallo del...

Ruolo dei professionisti medici legali: SISMLA chiede incontro al Ministero

Pedoja: dalle recenti proposte del dicastero della Salute di aggiornamento del dm 2/4/2015 n. 70 emerge l’assenza di riconoscimento del ruolo dei professionisti medici...